The Bourne Legacy

Per chi è stato un appassionato seguace della serie Bourne non rimarrà deluso da questo nuovo ciclo. Mi è piaciuta molto la scelta degli attori, Rachel Weisz, il famosissimo Edward Norton e l’emergente Jeremy Renner,  nominato agli Oscar 2010 come miglior attore protagonista per  The Hurt Locker (strepitoso film di guerra), e visto di recente negli Avengers e Mission Impossible III. Visto che ho una vera passione per questo attore vi segnato anche Dahmer – il cannibale di Milwaukee, biopic dell’omonimo serial killer.

A livello di azione il film è meno movimentato del terzo, che onestamente era un po’ troppo… agitato. Traccia una linea di separazione con la serie di Matt Damon, riuscendo però a proporsi bene come nuovo seguito, giustificando alla perfezione e senza prosopopea il cambio, rendendolo ben accetto allo spettatore. Insomma, a mio avviso questo film riesce nel doppio gioco di continuare la serie da cui nasce, mantenendo però la sua unicità da nuova serie. E poi è veramente una visione godibile.

Concludendo: a big thumb up!

The Hurt Locker

Continuo con la filmografia di Jeremy Renner. Cito da Wikipedia:

Il film ha vinto 6 Premi Oscar nel 2010: miglior sceneggiatura originale, miglior montaggio, miglior sonoro, miglior montaggio sonoro, miglior regista e miglior film.

Se questo non dovesse bastarvi, personalmente mi è piaciuto molto. Lo considero un ottimo film di guerra.

Dahmer – il cannibale di Milwaukee

Segnalo Dahmer – il cannibale di Milwaukee (2002), che ho trovato guardando la filmografia di Jeremy Renner. Il film è un biopic su Jeffrey Dahmer, serial killer americano. Questo tuffo vorticoso in una mente malata mi ha trasmesso un senso di vertigine e perversione tale da lasciarmi tutt’ora con un senso di strozzatura allo stomaco.

Consiglio la visione solo a chi se la sente.