Orgoglio e Pregiudizio di J. Austen

Orgoglio e Pregiudizio è il primo romanzo della Austen che mi coinvolge, forse anche per i piacevoli ricordi del film di J. Wright del 2005, di cui riporto il trailer e consiglio la visione.

Difficile sintetizzare la trama di questo romanzo.
Le due signorine Bennet, Jane ed Elizabeth, sono destinate a non ereditare la fortuna del padre (perché donne), e tormentate dalla superficialità di una madre che spesso le mette in imbarazzo e cattiva luce. Fra frivolezze, fughe d’amore, e momenti di sconforto, Elizabeth dovrà condannare i propri pregiudizi e ricredersi sull’indole dell’orgoglioso Mr Darcy, mentre Jane dovrà subire i dolori di un innamorato timido e facilmente plasmabile dagli amici.

Per la fortuna dei lettori, la Austen non ci fa mai mancare un liete fine.
Buona lettura!

Ragione e Sentimento, di J. Austen

In questi giorni mi sto preparando per un test di un concorso pubblico che avrà luogo il 14 marzo, e a cui parteciperanno qualcosa come 12.000 persone (no, non ho sbagliato a contare gli zero… 12.000, sì, 12.000 persone).

Questo vuol dire non potersi permettere nemmeno un errore, e passare il proprio tempo a studiare e fare esercizi… sai che novità! E sai che noia!

In sostanza, se la settimana scorsa sono riuscita a scrivere tutte le mattine, da venerdì 24 ho ufficialmente rinunciato alla tastiera… ma non resisterò ancora molto! In compenso ho iniziato un nuovo manga, di cui vi scriverò presto.

Cito a conclusioni di questo post, Ragione e Sentimento, di J. Austen, finito di leggere da un paio di giorni. Certo è più appassionante dell’Abbazia di Northanger, ma l’aspettativa di essere travolta da grandi e lacrimose storie d’amore (…nulla di più lontano da me…) è stata nuovamente delusa. Rimane comunque una lettura gradevole.

Il libro narra delle vicende amorose di due sorelle, Elinor e Marianne, che incarnano l’una la ragione e il controllo, l’altra l’abbandono estremo al sentimento.

Adesso darò un’altra chance a Postmortem, della Cornwell.

L’Abbazia di Northanger di J. Austen

Ho letto il primo romanzo di Tutti i Romanzi di J. Austen, intitolato L’Abbazia di Northanger.

La storia si concentra sulle vicende estive della giovane Catherine Morland, una ragazza inesperta, mal istruita e sicuramente lontana dal prototipo dell’eroina. Non ci sono grandi passioni e neppure grandi avventure. Come primo approccio al genere, mi lascia abbastanza indifferente. Il prossimo romanzo è il molto più famoso Ragione e Sentimento.

Nel frattempo, ho iniziato a leggere anche Auschwitz. Ero il numero 220543, testimonianza del reduce Denis Avey, che nel 1944 entrò volontariamente nel campo di concentramento.