Nemesis, di I. Asimov

Nemisis AsimovDevo dire che la versione Mondadori del 1992 di Nemesis ha una copertina molto bella, che io ho brutalmente strappato per realizzare una meravigliosa cover per il kindleahimé per un amico, di cui ora sono molto invidiosa… 

Nemesis non fa parte dei famosi cicli di Asimov  – pre-robot, robot, impero, fondazione – ma si può collocare agli albori della colonizzazione umana. Come non mi stancherò mai di scrivere Asimov è uno dei miei personali Dei della Scrittura, e ogni sua opera è un incredibile viaggio nel futuro e nello spazio.

Detto questo il libro mi è piaciuto, ma risente di una certa lentezza per favorire una profusione forse eccessiva di nozioni fisiche e astronomiche. Oltre alla storia narrativa Asimov descrive poi attentamente le difficoltà e i tempi del processo scientifico, partendo dalla quella che sarebbe una scoperta epocale: il volo ultraluce.

Vi riporto la quarta di copertina:

In una parte remota del cielo c’e una stella gemella del Sole, Nemesis. E’ la stella che splende su Rotor, il satellite artificiale su cui vive, con altri transfughi terrestri, la giovanissima Marlene. Grazie ai suoi straordinari poteri Marlene sa che Nemesis portera morte e distruzione alla Terra. Sulla Terra, invece, c’e solo il sospetto della futura catastrofe. Ma sufficiente per giustificare un’azzardata missione fino a Rotor…

Trackback/Pingback

  1. Good Morning 2014! | Girasoli Alla Mattina - […] Nemesis, di I. Asimov; […]