La ragazza che toccava il cielo, di L. Di Fulvio

La ragazza che toccava il cieloRoma, 1515 – Mercurio è un’artista della truffa e genio dei travestimenti. Convinto di avere ucciso un mercante è costretto a fuggire a Venezia, dove conosce Giuditta, giovane ebrea arrivata in laguna insieme al padre Isacco. Tutti e tre sono alla ricerca di una nuova vita. Ma l’amore che nasce tra i due è destinato a scontrarsi con la gelosia di Benedetta, con la nascita del primo ghetto d’Europa, e con il mercante sulle tracce di Mercurio alla ricerca della vendetta.

Questo è un libro da inserire nella categoria “senza lode e senza infamia”. Come al solito devo dire che non ho ben compreso la scelta del titolo, visto che si riferisce a un elemento secondario del romanzo e che il protagonista assoluto è Mercurio (un ragazzo). Le parti femminili sono un po’ compresse. Da una parte abbiamo Giuditta, che interpreta il tipico ruolo della “bella da salvare” e che dopo uno sguardo con l’amato non riesce a fare 2+2, dall’altra Benedetta, che per amore diventa la “perfida strega cattiva” pronta a tutto per la vendetta.

Trackback/Pingback

  1. Good Morning 2014! | Girasoli Alla Mattina - […] La ragazza che toccava il cielo, di L. Di Fulvio; […]