In fase di approvazione

Un piccolo assaggio della primissima bozza del nuovo racconto cyberpunk.

Il sole era alto nel cielo, e si specchiava nelle lisce e fredde superfici della città, in un miraggio d’acqua, come se il mare avesse sommerso le strade. Le insegne dei palazzi erano tutte accese, in un tripudio di giochi di colori e immagini. Ologrammi pubblicitari si muovevano su ogni tetto, nelle figure di uomini bellissimi e donne svestite, animali e macchine spaziali. Ma soprattutto l’illusione di una pioggia di monete d’oro e banconote veniva proiettata ventiquattro ore su ventiquattro dalle cime di tutti i grattacieli, per spegnersi solo qualche metro sopra le teste dei passanti.

Quale città avrò mai ribattezzato come la Las Vegas europea?

Se ti piace il genere fantascientifico, o cyberpunk, allora scarica gratuitamente il mio racconto L’Orco Meccanico.