Il buio oltre la siepe, di Harpen Lee

ilbuiooltrelasiepeQuesto libro mi è stato consigliato da molti fra professori, amici e scrittori, ma ammetto di averlo ignorato per quasi dieci anni, spaventata da tematiche che ritenevo troppo pesanti, quale la discriminazione razziale nell’America degli anni Trenta. Un altro libro tricia fegato, pensavo, non fa per me… e non potevo essere più in errore.

Questo bellissimo libro è stato pubblicato nel 1960, da Harpen Lee, ed ebbe un immediato successo, tanto da far vincere all’autrice il premio Pulizer lo stesso anno. Nel 1962 esce poi nelle sale il film diretto da Robert Mulligan, con protagonista Gregory Peck, vincitore di tre premi oscar (sotto il trailer).

Sarà la piccola Scout, con l’ingenuità e la purezza di una bambina di otto anni, a raccontarci spensierata delle estati passate cercando di svelare, insieme a Dill e il fratello Jem, il mistero di casa Radley, ma soprattutto delle reazioni della cittadina di Maycomb, Alabama, quando il padre, l’avvocato Atticus Finch, prenderà le difese del giovane di colore Tom Robinson, accusato ingiustamente di aver violentato una ragazza bianca.

Solo una nota: come al solito non sono d’accordo con la traduzione in italiano del titolo, che in inglese è To Kill a Mockingbird, ovvero uccidere un usignolo, o un merlo, che ha forti riferimenti all’interno del testo.

Trackback/Pingback

  1. Good Morning 2014! | Girasoli Alla Mattina - […] Il buio oltre la siepe, di H. Lee; […]