Annarasumanara di Ha Il Kwon

Annarasumanara racconta il rapporto fra necessità reali dell’adulto e sogni del bambino che è in noi, in una forma grafica insolita, che unisce al disegno, la fotografia e un’impaginazione che ricorda la pellicola dei film.

Yoon Ah-ee è povera, abbandonata da entrambi i genitori e unico sostegno per la sorella minore, per cui studia e lavora senza distrazioni, intenzionata a diventare un adulto “normale” il prima possibile. Il suo mondo viene scosso dalla presenza di un giovane mago, forse pazzo, che ciondola tutto il giorno apparentemente privo di utilità, responsabilità o qualsiasi voglia di crescere.

Annarasumanara è già concluso e si compone di 27 volumi in totale.
Io sono a metà della storia e non vedo l’ora di scoprire come andrà a finire.